Teatri Riflessi VI, le emozioni della finale

Written by IterCulture. Posted in News

Neppure la pioggia ha fermato la finale di Teatri Riflessi 2015 svoltasi ancora una volta nella prestigiosa cornice del cortile esterno del Monastero dei Benedettini. La kermesse, giunta al suo atto conclusivo dopo tre giorni indimenticabili, ha visto i 6 corti finalisti gareggiare per aggiudicarsi finalmente l’ambito premio come Miglior Corto 2015.

Davanti ad una platea composta da pubblico, giuria stampa e giuria tecnica, arricchita da nomi illustri del giornalismo e del teatro siciliano, si sono esibiti Cucù, Calojru Pìspisa, Marocco, U Bottu, A testa sutta e La settima verità.

Durante la serata un’emozione particolare ha suscitato la meravigliosa esibizione di IsolaQuassùd Liquid Company, compagnia composta da giovani attori di etnie diverse, che attraverso lo spettacolo “Life Is Beautiful” ha reso omaggio alle numerose vittime del Mediterraneo.

Teatri Riflessi ha inoltre conferito il premio Riflessi d’Arte alla carriera a Gianni Salvo, figura di spicco del teatro contemporaneo. Le “Malmaritate” sono state l’ospite d’eccezione della serata, alle quali è andato un riconoscimento per il progetto discografico “Ognuno havi ‘n segreto”.

Ma tra i corti in gara chi ha trionfato nella serata finale di Teatri Riflessi? La stampa ha deciso di conferire la propria menzione speciale a “La settima verità” del gruppo Drao-Cerbero Teatro, mentre il prestigioso premio come miglior corto della sesta edizione di Teatri Riflessi è stato assegnato a “Marocco” rappresentato dalla compagnia Teatro dell’osso.

Salvatore Rocca

Teatri Riflessi VI, le sensazioni della seconda serata

Written by IterCulture. Posted in News

Si è conclusa ieri sera la seconda giornata di Teatri Riflessi, il festival dedicato ai corti teatrali organizzato da IterCulture. La location della kermesse, manco a dirlo, è stata ancora il prestigioso Monastero dei Benedettini che ha prestato il proprio cortile esterno alla magia del teatro contemporaneo.

Anche nella serata di ieri sono stati 6 i corti andati in scena sul palco di Teatri Riflessi: Marocco del Teatro dell’osso, Calojru Pispìsa del gruppo Rammulì all’Addimurà, A testa sutta di Accura Teatro, Dita morte e miracoli del gruppo Maffei – Ricatti – Calamunci, Cucù di Francesco Romengo e 834 di Teatri Improbabili.

Le straordinarie performance degli attori presenti sul palco hanno stuzzicato le emozioni e le sensazioni del pubblico accorso anche questa volta numeroso. I corti che, nel corso delle due giornate, si sono aggiudicati l’accesso alla finale sono Cucù, Calojru Psispìsa, Marocco, U Bottu, A testa sutta e La settima verità.

Durante la serata Teatri Riflessi ha conferito il premio Riflessi D’arte a Manuela Ventura, attrice catanese nota al grande pubblico per le sue numerose apparizioni in tv in fiction come Moltabano, Ris – Delitti Imperfetti e Questo Nostro Amore.

Oggi, 28 giugno 2015, sarà la volta della serata conclusiva della manifestazione con l’esibizione dei corti finalisti e la premiazione che conferirà i premi come miglior corto, miglior drammaturgia, miglior regia, miglior performer e della menzione stampa. La giuria stampa e la giuria tecnica eleggeranno dunque  il vincitore di “Teatri Riflessi 2015”.

Salvatore Rocca

Teatri Riflessi VI, la prima serata della kermesse

Written by IterCulture. Posted in News

Ha avuto il via presso la prestigiosa cornice del Monastero dei Benedettini di Catania la VI edizione di Teatri Riflessi, il Festival nazionale di Corti Teatrali organizzato dall’Associazione culturale IterCulture.

La prima delle tre serate della kermesse ha visto andare in scena i primi 6 dei 12 corti in gara: Luxuria’s di Caroline Pagani, Non ho capito cosa è successo 7.3 di Rossella Celati, Belena di Fuoco Sacro, Dissolvenza di Fenice dei Rifiuti, U Bottu di Giovanni Santangelo e La settima verità del gruppo Drao/Cerbero Teatro.

Il pubblico, giunto numeroso nel cortile esterno, si è lasciato incantare dalla maestria degli attori e dalla bellezza delle storie narrate sul palco, tutte legate al tema “Radici” del quale questa edizione di Teatri Riflessi si fa portatrice. Scroscianti e fragorosi sono stati, infatti, gli applausi che si sono levati nella frizzante notte del Monastero.

Nel pomeriggio ha avuto luogo anche il forum “Cosa ti sei messo in testa? Piantala!“, con l’intenzione di indagare attorno alle “radici”, analizzando tutti i molteplici significati del termine. La querelle proseguirà anche nelle giornate di sabato e domenica. Esposizioni d’arte, d’artigianato e di fotografia hanno inoltre arricchito l’area Stuzzicamente, offrendo inoltre un delizioso spazio dedicato alla degustazione della buona cucina siciliana.

E oggi, sabato 27 giugno 2015, il Monastero dei Benedettini aprirà nuovamente le sue porte a Teatri Riflessi con gli altri 6 corti in gara. L’appuntamento è fissato alle ore 18.00 per l’area StuzzicaMente e i forum, mentre alle ore 20.00 è presta la seconda semifinale. Vi aspettiamo.

Salvatore Rocca

Corso intensivo di alta formazione “Mediazione interculturale e gestione dei servizi per l’immigrazione” – Catania, 25-29 maggio 2015

Written by IterCulture. Posted in Focus Catania

Il Centro di Fromazione per lo Sviluppo Umano

del Volontariato Internazionale per lo Sviluppo

organizza e promuove

Corso in

Mediazione interculturale

e gestione dei servizi

per l’immigrazione

Centro Don Bosco – La Playa, Catania

25-29 maggio 2015

 

Il corso è pensato per soddisfare la richiesta di professionalità e di aggiornamento continuo da parte degli operatori che si trovano a confronto con le varie realtà dell’immigrazione: educatori, assistenti sociali, legali, orientatori professionali, impiegati delle pubbliche amministrazioni, persone impegnate nei servizi amministrativi, operatori sanitari e scolastici etc. Il corso si rivolge, tuttavia, anche a persone non ancora inserite nel mercato del lavoro, alla ricerca di una qualificazione come Mediatori Interculturali o Operatori dei Servizi dell’Immigrazione.

Il programma didattico affronterà aspetti sociologici e antropologici delle migrazioni, la comunicazione interculturale e la mediazione, l’accoglienza in ottica interculturale, la normativa dell’immigrazione e il  lavoro sociale e l’organizzazione dei servizi per i migranti.

Potete trovare maggiori informazioni nel sito

http://www.volint.it/vis/elearning/seminario-intensivo-presenza-catania.html

oppure scarica il

Programma Corso Mediazione VIS a Catania

e il profilo dei relatori

La formazione avrà inizio lunedì 25 maggio alle 8.30 con la registrazione dei partecipanti e terminerà venerdì 29 maggio alle 17.00. Sono previste agevolazioni per le organizzazioni che intendano iscrivere almeno 2 membri.

 

Per ulteriori informazioni e iscrizioni

formazione@volint.it

Tel +39.06.51.629.214 – Fax +39.06.51.629.299

cellulare +39366.5604485 o +39347.9117177

Centro di Formazione per lo Sviluppo Umano

VIS – Volontariato Internazionale per lo Sviluppo

Via Appia Antica 126 – 00179 Roma

Lo staff